...
🏎️ Sulle pagine del blog ci sono selezioni di hack di vita, recensioni di auto, notizie sul mercato automobilistico, foto di auto, consigli per i conducenti e non solo.

Svolta sbagliata: dov’è l’olio sul filtro dell’aria e cosa farne

4

Probabilmente qualcuno ha notato un tale fenomeno: quando si sostituisce il filtro dell’aria, si notano tracce di olio su di esso. Molto spesso sotto forma di un punto, a volte si notano singole gocce. Come arrivare là? Questo è pericoloso? A volte sì, è pericoloso. E a volte no.

Tutto è sotto controllo!

Cominciamo dal buono: a volte i filtri sono molto oliati, direttamente dalla fabbrica. Non si tratta della solita impregnazione acrilica o fenolica della carta, che le conferisce rispettivamente un colore bianco o giallo, ma dell’impregnazione con olio. Tali filtri (anche se più spesso riparabili, piuttosto che usa e getta), imbevuti di olio, si trovano solitamente sugli autoveicoli: motocicli o quad. Hanno bisogno di molta aria e pulizia e tendono a viaggiare in luoghi dove c’è troppa polvere. Ma a volte questi filtri sono installati anche sulle auto, ad esempio su alcune Subaru o Nissan. E se all’improvviso ti sembra che il filtro della tua auto sia in olio, ha senso chiarire prima: forse dovrebbe essere così. 

Svolta sbagliata: dov'è l'olio sul filtro dell'aria e cosa farne

Foto: Kevin Seibel di Unsplash.com

Bene, se l’auto ha un filtro con una semplice tendina di carta e una macchia d’olio si diffonde su di essa, devi scoprire da dove viene. Questo non dovrebbe essere in ogni caso, ma è necessario capire qual è il motivo di un tale disastro. A volte questo è un segno di un problema molto serio, a volte viene risolto semplicemente.

I problemi degli altri

Analizziamo prima la situazione in cui il filtro è nell’olio su un’auto completamente sconosciuta. Ad esempio, mediante ispezione prima di acquistare sul mercato secondario. Ecco un fattore importante: non sai esattamente come è stata riparata questa macchina. Naturalmente, il venditore può dire che cambia l’olio ogni settemila chilometri, riempie solo l’olio "migliore" e inserisce filtri originali. Ma lo sappiamo … Quindi, nel caso di un’auto sconosciuta, possiamo considerare l’opzione non più triste, ma molto indesiderabile: i canali dell’olio motore intasati a causa della mancanza di normale manutenzione. Innanzitutto, il separatore d’olio è intasato.

Qui il meccanismo è semplice: l’olio entra nel filtro dell’aria solo in caso di aumento esorbitante della pressione nel carter. Uno dei motivi di questa crescita sono i canali ostruiti dai sedimenti. Le pompe della pompa dell’olio e i canali sono intasati. L’olio non ha un posto dove andare, viene lasciato solo con tutta la sua massa di nebbia d’olio del basamento a passare attraverso la valvola di ventilazione del basamento nell’aria di aspirazione. E ovviamente il filtro dell’aria.

Da un lato, questa non è l’opzione peggiore. Se il motore non è ancora spento, a volte basta cambiare l’olio un paio di volte (in casi estremi, utilizzare il lavaggio se non c’è niente da perdere) e il filtro dell’olio, e tutto tornerà alla normalità. Ma è necessario capire che se la macchina non è stata monitorata e portata in tale stato, potrebbe non rimanere nulla di funzionante. E, naturalmente, non affrettarti ad acquistare un’istanza del genere.

Svolta sbagliata: dov'è l'olio sul filtro dell'aria e cosa farne

Un semplice controllo in questo caso è rimuovere il tappo di riempimento. Se i gas fuoriescono rapidamente e anche la nebbia d’olio fuoriesce, la pressione chiaramente non è normale. È vero, come ho detto, il motivo dell’aumento della pressione può essere non solo nei canali ostruiti, quindi non dovresti pensare che questo problema possa sempre essere risolto cambiando l’olio e i filtri. Molto più spesso, un tale aumento della pressione del gas nel basamento è responsabile di un gruppo cilindro-pistone usurato.

Triste e molto costoso

Una situazione a cui preferiscono non pensare è un aumento della pressione dei gas del basamento e la loro penetrazione attraverso la valvola VKG. Il meccanismo di aumento della pressione è semplice: i gas dalla camera di combustione passano attraverso le fasce elastiche usurate nello spazio sotto il pistone e da lì nel basamento. E quando non hanno un posto dove andare, cercano di evadere da qualche parte: attraverso le guarnizioni ed estraendo l’astina di livello dell’olio e, ovviamente, attraverso la valvola di ventilazione forzata del basamento.

Naturalmente, se l’auto è tua, non sarà difficile rilevare l’usura del gruppo pistone. Almeno in termini di crescita di "maslozhora". Bene, se l’auto appartiene a qualcun altro, dovresti provare a valutare la totalità dei segni. Di solito un tale motore inizia a "sudare" olio su tutte le articolazioni e sembra sporco. Bene, il classico è il fumo blu dal camino. La misurazione della compressione non danneggerà qui: un aumento della pressione nel basamento è accompagnato dalla sua perdita, quindi il differenziale aiuterà completamente a riorganizzare tutti i.

Se sono presenti tutti o la maggior parte di questi sintomi, è troppo tardi per versare supprotek, dimexide o tintura di nastro isolante blu: è necessario riparare il motore. 

Svolta sbagliata: dov'è l'olio sul filtro dell'aria e cosa farne

Purtroppo, nelle auto con elevato chilometraggio e buona manutenzione, il motivo della comparsa dell’olio nel filtro dell’aria è proprio questo: usura almeno delle fasce elastiche. Certo, puoi provare a lavare il motore, ma è improbabile che ciò cambi in modo significativo la situazione. È meglio preparare denaro e non ritardare la riparazione.

Un po’, ma carino

Ora qualche parola sul motivo più semplice ed economico per lubrificare il filtro dell’aria: la valvola di ventilazione positiva del basamento (nota anche come PCV, ventilazione positiva del basamento). Se questa valvola (CVKG) si inceppa, non sarà in grado di scaricare la pressione in eccesso alle alte velocità e i gas andranno dove non dovrebbero. Prima di tutto la valvola a farfalla e la valvola EGR (se presente un sistema di ricircolo) verranno riempite di depositi, ma se la situazione è troppo trascurata si depositeranno anche dei gas di nebbia d’olio nel filtro dell’aria. 

La LAMal può essere controllata. Il modo più semplice è rimuoverlo e scuoterlo (se non è bloccato, dovrebbe strimpellare). Ma se è sporco, allora è meglio sostituirlo per ogni evenienza (o sostituire la sua membrana, cosa spesso possibile e sempre più economica). E, naturalmente, sarà necessario lavare non solo i tubi del sistema VKG, ma anche il separatore d’olio ed eventualmente la valvola a farfalla (ovviamente è dopo il filtro dell’aria, ma se è completamente nell’olio, allora la valvola sarà sporco). 

Svolta sbagliata: dov'è l'olio sul filtro dell'aria e cosa farne

In questa variante del malfunzionamento del KVKG, è molto efficace notare l’olio nel filtro dell’aria in tempo. Se continui a guidare con una valvola rotta, possono sorgere problemi molto più seri. Almeno a causa del fatto che l’olio premerà dappertutto e il motore non avrà abbastanza aria fresca. E non ci saranno perdite di umidità in eccesso, che porteranno alla comparsa di condensa nell’olio, che può essere trovata sotto forma di un rivestimento biancastro sul tappo di riempimento dell’olio. 

Infine, la turbina

Assicurati di parlare delle caratteristiche dei motori turbo. Innanzitutto, questi punti riguarderanno i motori diesel (che ora sono tutti turbocompressi), ma per i motori a benzina l’essenza del processo sarà la stessa.

Pertanto, in un motore turbo, è la turbina che condurrà l’olio nell’aspirazione. L’olio entra nell’ingresso attraverso la parte del compressore per due motivi: a causa dell’usura della cartuccia o ancora a causa di un sistema di ventilazione del basamento intasato (nel secondo caso, la procedura è la stessa: iniziamo a controllare il CVKG). 

Svolta sbagliata: dov'è l'olio sul filtro dell'aria e cosa farne

Se il separatore d’olio è fortemente intasato, la configurazione dell’olio che entra nel filtro dell’aria sarà la stessa di un motore aspirato, con l’eccezione di un punto: l’olio non solo si deposita sulle pareti dei tubi, ma inizia anche a accumularsi su di essi nell’intercooler. E qui tutto può essere più serio di un semplice filtro dell’aria sporco: se fai girare bene il motore, l’olio può schizzare nell’aspirazione da lì e il motore si deteriorerà (stiamo parlando, ovviamente, di un motore diesel). Quindi su un diesel, un filtro dell’aria oleoso dovrebbe almeno farti pensare.

A proposito, il filtro dell’olio su un motore sovralimentato non è solo una conseguenza di qualche tipo di malfunzionamento, ma anche un altro motivo. Il fatto è che la turbina, a causa della mancanza di aria nell’aspirazione, aspirerà olio nel tratto di aspirazione e tu stesso capisci cosa minaccia. In generale, qui tutto è molto interconnesso e l’olio nel filtro dell’aria diesel è molto serio. In tal caso, molto probabilmente è necessario pulire sia l’EGR che l’intera aspirazione. 

Avere paura o no?

Certo, vorrei dire che l’olio nel filtro dell’aria non è così spaventoso. Ma, purtroppo, dirò la verità: non c’è bisogno di credere ai miracoli. Voglio sempre sperare che, dicono, cambierò l’olio e il filtro dell’olio e tutto passerà da solo. Bene, cambierò anche la valvola PCV e ora andrà sicuramente tutto bene. È un peccato, certo, ma c’è poca speranza per questo. Molto spesso, l’oliatura del filtro dell’aria si verifica ancora a causa dell’usura del CPG, per il motivo più costoso e intrattabile. 

Svolta sbagliata: dov'è l'olio sul filtro dell'aria e cosa farne

E, naturalmente, non dovresti chiudere un occhio sul problema. Soprattutto quando si parla di diesel. Ebbene, nel caso di un semplice motore a benzina atmosferico, l’olio nel filtro può dare un indizio: o è tempo di pensare alle riparazioni, o di vendere la vecchia auto. Anche se ora la seconda opzione non sembra più una mossa intelligente.

Fonte di registrazione: wekauto.ru

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More