...
🏎️ Sulle pagine del blog ci sono selezioni di hack di vita, recensioni di auto, notizie sul mercato automobilistico, foto di auto, consigli per i conducenti e non solo.

Suzuki Baleno e Toyota Yaris nei crash test Latin NCAP: una stella solitaria e nessuna speranza

1

Il Comitato Latin NCAP ha esaminato la sicurezza di due auto popolari e convenienti per il mercato latinoamericano: Suzuki Baleno e Toyota Yaris. Sfortunatamente, entrambi si sono comportati male nei crash test, ma se Yaris è comunque riuscita a guadagnare una stella nella valutazione finale, Baleno ha lasciato i test senza nulla.

La Toyota Yaris latinoamericana non è affatto la Yaris venduta in Europa, Giappone, Australia e Nuova Zelanda che è riuscita a guadagnare 5 stelle nel nuovo impegnativo programma di test Euro NCAP. In America Latina e in altri paesi del cosiddetto terzo mondo, viene offerto un modello del passato: la terza generazione XP150, nota dal 2013. Nel 2019, la Yaris di fabbricazione brasiliana aveva già superato i crash test Latin NCAP e quindi è stata in grado di ottenere una valutazione a 4 stelle abbastanza decente, ma ora la Latin NCAP ha deciso di condurre una seconda sessione di audit per vedere se ci sono differenze in la qualità dei sistemi di sicurezza in diverse copie del modello.

L’anno scorso, la Hyundai HB20 del Brasile ha perso tre delle quattro stelle precedentemente guadagnate durante questo audit, e ora la Toyota Yaris ha un problema simile. Nella configurazione base, la Yaris latinoamericana ha solo due airbag frontali e un ESC (sistema di stabilizzazione), anche se si possono ottenere sette airbag a pagamento, di cui uno per le ginocchia, ma è stata la Yaris base a partecipare ai test.

Suzuki Baleno e Toyota Yaris nei crash test Latin NCAP: una stella solitaria e nessuna speranza

Toyota Yaris

In un impatto frontale alla velocità di 64 km/h su una barriera deformabile di pesi letali, installata con uno spostamento del 40% sul lato guida, i sensori del manichino non si sono registrati, così come le ginocchia, i fianchi e il torace del pilota come le ginocchia e le anche del passeggero anteriore nel protocollo dovevano essere dipinte di colore arancione, il che significa il massimo livello di pericolo, al quale sono possibili gravi lividi e fratture. Inoltre, la struttura della carrozzeria si è rivelata instabile e incapace di proteggere i piloti da ulteriori urti.

Suzuki Baleno e Toyota Yaris nei crash test Latin NCAP: una stella solitaria e nessuna speranza

Toyota Yaris

Suzuki Baleno e Toyota Yaris nei crash test Latin NCAP: una stella solitaria e nessuna speranza

Toyota Yaris

A giudicare dai sensori, la Yaris ha fatto bene in un crash test laterale su una barriera deformabile alla velocità di 50 km/h, ma la portiera del passeggero si è aperta all’impatto, il che significa che il rischio che le persone cadano dall’abitacolo è molto grave inconveniente che l’ultima seduta non ha rivelato. Un altro inconveniente: il sistema di avviso cintura di sicurezza non poteva rilevare il passeggero anteriore, cioè non funzionava. Per questo Yaris è stata privata di tre e quattro stelle.

Suzuki Baleno arriva in America Latina dall’India. Ci sono due airbag nella base, fino a sei airbag a pagamento e in linea di principio non c’è l’ESC. Baleno ha affrontato un impatto frontale anche meglio della Yaris, ci sono meno macchie arancioni nel protocollo, la struttura corporea è stata riconosciuta stabile. Ma in un impatto laterale, il petto del manichino è diventato rosso ed è diventato mortale. Anche i poggiatesta anteriori hanno fallito il crash test separato a 16 km/h – livello di pericolo rosso.

Suzuki Baleno e Toyota Yaris nei crash test Latin NCAP: una stella solitaria e nessuna speranza

Suzuki Baleno

Entrambe le auto non hanno resistito a un impatto laterale su un palo: funziona solo con airbag laterali standard. Anche il sistema di sicurezza attiva non è stato testato, poiché non c’è nulla da controllare: né Yaris né Baleno offrono, anche a pagamento, né un sistema automatico di frenata di emergenza (AEB), né un sistema di controllo della corsia, tanto meno un semplice limitatore di velocità .

A seguito dei risultati dei test, gli esperti Latin NCAP hanno esortato Toyota e Suzuki a migliorare urgentemente la sicurezza dei loro modelli per il mercato latinoamericano, ma data l’età (l’attuale Baleno è prodotta dal 2015) e lo stato dell’equilibrio di entrambe le vetture, è improbabile che queste chiamate vengano ascoltate.

Fonte di registrazione: wekauto.ru

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More