🏎️ Sulle pagine del blog ci sono selezioni di hack di vita, recensioni di auto, notizie sul mercato automobilistico, foto di auto, consigli per i conducenti e non solo.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

0

Alterazione dell’auto: un fenomeno familiare e inevitabile. In effetti, durante la vita di un’auto, che di solito è di 7-8 anni, la maggior parte delle auto subisce almeno un aggiornamento abbastanza grande, e possibilmente diversi piccoli, per così dire, per rinfrescare i tocchi, appianare le rughe e rimuovere irrilevanti dettagli, aggiungendo alcuni accenti alla moda. Tuttavia, la nostra storia attuale va oltre il solito schema. In primo luogo, le vetture della “decima" famiglia, di cui parleremo oggi, hanno ricevuto un completo restyling seriale solo nel 2007, quando è apparsa sul mercato attuale l’erede della “dieci” Lada Priora. In secondo luogo, molto prima dell’abate, "l’antilope incinta" ricevette davvero un miglioramento dell’aspetto e non uno, ma due! Bene, finiamo con il fatto di controllo che entrambe le opzioni per modernizzare l’aspetto del VAZ-2110 non sono state sviluppate da qualcuno, e dallo stesso Vladimir Yartsev, un designer VAZ molto familiare, che non è irragionevolmente considerato l’autore del design di questo modello. Più precisamente, ha guidato un gruppo di designer VAZ che hanno lavorato all’esterno e all’interno. E la cosa più incredibile di questa storia non è nemmeno quella! Dopotutto, Yartsev a quel tempo non lavorava in VAZ da molto tempo e non viveva nemmeno di recente, ma fu comunque lui a ricevere l’ordine sia per la prima che per la seconda versione del "restyling" della fabbrica. Oggi ricorderemo com’era, come è finita e cos’è NOLA. E la cosa più incredibile di questa storia non è nemmeno quella! Dopotutto, Yartsev non lavorava in VAZ da molto tempo e non viveva nemmeno di recente, ma è stato comunque lui a ricevere l’ordine sia per la prima che per la seconda versione del "restyling" della fabbrica. Oggi ricorderemo com’era, come è finita e cos’è NOLA. E la cosa più incredibile di questa storia non è nemmeno quella! Dopotutto, Yartsev a quel tempo non lavorava in VAZ da molto tempo e non viveva nemmeno di recente, ma fu comunque lui a ricevere l’ordine sia per la prima che per la seconda versione del "restyling" della fabbrica. Oggi ricorderemo com’era, come è finita e cos’è NOLA.

Inizio: focosi anni Novanta

Come sapete, i "dieci" di Togliatti sono nati lunghi e dolorosamente, avendo perso il proprio "padre" nella fase delle modelle di plastilina.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Punto di riferimento: questo schizzo di Yartsev può essere considerato l’inizio della "decima" storia nella sua comprensione della trazione anteriore

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Yartsev è vicino al design della centesima serie, che è stata poi abbandonata a favore di un concetto radicalmente diverso. Nota come il design del frontale è simile al Samara-2!

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

L’aerodinamica è stata una delle pietre miliari più importanti del nuovo progetto. E finestre insolite, protezioni su ruote e maniglie delle porte incassate sono state "tagliate" dai tecnologi

Del resto Vladimir Yartsev, di cui abbiamo più volte parlato, per volontà del destino nel 1988 è finito in Belgio, dove vive stabilmente dal 1991 ad oggi. "Osirotev", il futuro VAZ-2110, inoltre, sopravvisse allo stato sovietico, trovandosi in una zona di turbolenza di transizione per diversi anni, poiché i frammenti del paese un tempo enorme erano in preda alla febbre durante il passaggio da un’economia pianificata amministrativamente a un’economia di mercato. Anche AvtoVAZ è stata duramente colpita da una serie di problemi di transizione: inflazione, catene di approvvigionamento interrotte a causa del crollo dell’URSS, ritardi nella fornitura di componenti e pagamento per le auto spedite.

L’aspetto delle "decine" è stato finalmente formato nel 1987, quando il modello in legno 2110 è stato testato aerodinamicamente presso Porsche. Ebbene, all’inizio del 1989 erano pronti campioni funzionanti: prototipi della 200a serie, che nel periodo 1989-1990 furono realizzati in totale per vari lavori sul progetto, quasi cinquanta copie. In effetti, i "dieci" si sono verificati visivamente anche prima del crollo dell’URSS e hanno pianificato di rilasciarlo nella produzione di massa il 1 luglio 1992.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nel 1987 il bruco fu ultimato in Germania e, checché ne dica, paragonato all’ultima Audi 80 dell’epoca, contro la quale le future “dieci” sembravano molto degne

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il design della serie 200 conservava ancora le prese d’aria da 100 grammi, gli specchietti sulle gambe e un grillo posteriore angolare.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il design della serie 200 conservava ancora le prese d’aria da 100 grammi, gli specchietti sulle gambe e un grillo posteriore angolare.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il design della serie 200 conservava ancora le prese d’aria da 100 grammi, gli specchietti sulle gambe e un grillo posteriore angolare.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il prototipo funzionante del VAZ-2110 si "accese" durante i test sulla stampa estera e sovietica nel 1990. Prestare attenzione all’arco posteriore rotondo e al montante C "sordi".

E poi arrivò l’agosto 1991 … "Il lago dei cigni" in televisione mise una croce audace su molte "prospettive" sovietiche, ma AvtoVAZ riuscì ancora a dimostrare il prototipo "dieci" alla fine del 1992 in una mostra organizzata da LogoVAZ nel Maneggio a Mosca.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il nuovo modello è diventato un vero protagonista del numero di marzo della rivista "Behind the wheel" nel 1993

E poi – silenzio. Più precisamente, una pausa, anche se per l’azienda stessa la prima metà degli anni Novanta non può dirsi tranquilla. L’impianto era impegnato a sopravvivere e i lavori per la progettazione di un nuovo modello non furono praticamente eseguiti; probabilmente, il fatto che lo stesso Yartsev fosse già completamente emigrato in Europa a quel tempo ha avuto un effetto. Nel 1992-1994, i tester VAZ hanno lavorato attivamente, testando l’auto in varie condizioni climatiche, per le quali, con l’aiuto dell’aviazione, sono stati lanciati prototipi nella Repubblica di Komi e nella regione di Magadan, Uchkuduk, Kamchik Pass e al test automatico sito a Pskent. (Uzbekistan), e ha anche condotto test a lungo termine presso il campo di addestramento di Dmitrovsky, dove nel 1989 i prototipi sono scivolati di circa 80.000 km.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il prototipo di pre-produzione è stato mostrato a Boris Nikolayevich Eltsin nel 1993. L’aspetto dell’auto in quel momento era già finalmente formato.​

Il rilascio condizionale del nuovo modello è avvenuto solo il 27 giugno 1995 nella produzione pilota di AvtoVAZ, cioè non prima di cinque anni dopo che l’esterno dell’auto era pronto. Purtroppo, in un anno sono state prodotte solo un centinaio e mezzo di auto e la produzione di massa nello stesso OPP è iniziata anche più tardi, nell’agosto 1996, e le prime copie commerciali sono state messe in vendita solo a novembre. Ebbene, la produzione più o meno su larga scala è iniziata nel 1997, cioè il design del VAZ-2110 a quel tempo poteva sembrare fresco e moderno, tranne forse rispetto allo "scalpello" angolare, perché aveva dieci anni! Inoltre, a molti potenziali acquirenti non piaceva questa "miscela di una canna e una Saab", soprattutto perché i primi veicoli commerciali non erano lontani dai campioni di pre-produzione, irti di crepe e giocavano su tutti gli aerei con pannelli della carrozzeria non montati. Aggiungete a questo le “otto” ruote troppo piccole, il cui design non si adattava affatto al corpo tondo e grassoccio della “antilope incinta”, e il risultato fu un’auto originale dalle forme snelle, ma piuttosto controversa nell’aspetto e ovviamente “non leccato” a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma in alcuni punti abbastanza controverso e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro! ma piuttosto controverso in alcuni punti e chiaramente "non leccato" a livello di prodotto seriale. E quante copie nei media e discussioni di automobilisti ordinari sono sparse per gli archi posteriori "minati", a causa dei quali il muro laterale sembrava visivamente ancora più duro!

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Questa non è affatto una cerva tremante …

HO GESTITO IL PROGETTO VAZ-2110 COME DESIGNER, MA ALTRI PARTECIPANTI A QUESTO PROGETTO: ALEXANDER PATRUSHEV, SERGEY CHAGIN – POSSONO ESSERE NELLE LISTE PER LUNGO TEMPO. C’È UN RISULTATO DEL LAVORO COLLETTIVO. SE HO APPENA REALIZZATO QUESTA MACCHINA, SAREBBE QUALCOSA DI DIVERSO. THENA È STATO RILASCIATO MOLTO DOPO IL PERIODO DI SVILUPPO, MA IN QUEL MOMENTO SEMBRAVA MOLTO DEGNO, COMPLETAMENTE EUROPEO. Da un’intervista a V. Yartsev, pubblicata sul sito Kolesa.ru il 15/06/2018

In altre parole, proprio quando la longanimità dell’auto fu finalmente lanciata nella produzione di massa, come a Togliatti, già si pensava seriamente a come nobilitarne e modernizzarne il design, come si suol dire, “poco sangue”. E, cosa più interessante, avrebbero prodotto una versione migliorata della berlina non sul vettore principale, ma nella produzione pilota. Bene, la ciliegina sulla torta in tutta questa storia è stato un altro fatto insolito: con l’ordine per lo sviluppo del progetto di modernizzazione VAZ-2110, il direttore del VAZ OPP, Sergey Nikolaevich Perevezentsev, non si è rivolto ai normali designer VAZ, ma allo stesso Vladimir Anatolyevich Yartsev. Tuttavia, sarebbe storicamente corretto iniziare la storia di “emka” (aka “teshka”) con un altro, e molto meno noto, progetto di Yartsev.

Restyling n. 1 – NOLA

Prima che Vladimir Yartsev si trasferisse definitivamente in Belgio nel marzo 1991, ha lavorato da giugno a giugno 1988 a giugno 1990 per Scaldia Volga, che ha rappresentato vari veicoli sovietici in Europa per oltre 25 anni. Per due anni, il capo progettista del progetto 2110 è riuscito a creare una modifica "migliorata" della Lada Carlota, una "portello caldo" Lada Samara RSi e una decappottabile, che in seguito ha ricevuto il proprio nome Natasha. In altre parole, Vladimir ha accumulato molta esperienza nell’adattare l’aspetto dei tasti domestici al gusto esigente di un viziato acquirente occidentale. Probabilmente, questo è ciò che ha influenzato nel 1996 la decisione del direttore dell’OPP, Sergei Perevezentsev, per vecchia amicizia, di rivolgersi all’autore del "decimo" progetto, Vladimir Yartsev, con la richiesta di creare una versione tuning del macchina – cioè, per fare la stessa strada di Carlota, solo questa volta sulla base della sua stessa creazione. Ricordiamo: il rilascio ufficiale delle "decine" avvenne nel 1995, ma a quel tempo le auto venivano assemblate all’OPP solo in piccoli lotti utilizzando una tecnologia di bypass. Tuttavia, Perevezentsev, insieme ad altri due Sergey (Tatarinov e Ziborov), vedeva già il significato di modernizzare e nobilitare l’aspetto dei "dieci" non per nulla indiscutibili. Ed è abbastanza logico che sia stato deciso di affidare all’autore del progetto una sorta di "lavoro sugli errori" nel 1995, ma a quel tempo le auto venivano assemblate all’OPP solo in piccoli lotti utilizzando la tecnologia di bypass. Tuttavia, Perevezentsev, insieme ad altri due Sergey (Tatarinov e Ziborov), ha già visto lo scopo di modernizzare e nobilitare l’aspetto assolutamente indiscutibile dei "dieci". E abbastanza logicamente che si decise di affidare all’autore del progetto una sorta di "lavoro sugli errori" avvenne nel 1995, ma a quel tempo le vetture venivano assemblate presso l’OPP solo in piccoli lotti utilizzando la tecnologia del bypass. Tuttavia, Perevezentsev, insieme ad altri due Sergey (Tatarinov e Ziborov), vedeva già il significato di modernizzare e nobilitare l’aspetto dei "dieci" non per nulla indiscutibili. Ed è abbastanza logico che si sia deciso di affidare all’autore del design una sorta di "lavoro sui bug".

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Da sinistra a destra: Sergei Tatarinov, Vladimir Yartsev, Sergei Ziborov

I primi schizzi sono stati disegnati il ​​prima possibile. Si presumeva che l’auto avrebbe ricevuto un nuovo kit carrozzeria aerodinamico nella parte inferiore della carrozzeria lungo il suo perimetro, la griglia del radiatore originale, le modanature e, naturalmente, gli espressivi cerchi in lega invece di otto pezzi di ferro. All’inizio, Yartsev ha sviluppato una versione di miglioramenti per una berlina, ma dopo un paio di settimane erano pronti anche gli schizzi per una station wagon, sì, al plurale, poiché c’erano due opzioni.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Seconda edizione, migliorata e integrata"

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Seconda edizione, migliorata e integrata"

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Seconda edizione, migliorata e integrata"

Quindi, su una berlina prodotta nell’OPP, Vladimir realizzò prototipi e modellato parti originali di plastilina, che avrebbero dovuto trasformare un normale VAZ-2110 in un’auto più elegante e "filo-occidentale". L’attrezzatura per la produzione dei componenti è stata rilevata dall’azienda bavarese Miedl Design, e l’intero nuovo "link" è stato prodotto dall’azienda tedesca PICHLER, la stessa che ha prodotto i kit carrozzeria per Lada Carlota.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Alla vigilia di Nola: Sergey Tatarinov e Sergey Ziborov (AvtoVAZ), Edmund Pichler (proprietario di Pichler) e Werner Novara, partner di lunga data di Yartsev

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Presta attenzione alle ruote "decine" che Yartsev ha trasformato in Nola: l’anteriore è una Charlotte RW fusa e il posteriore è stampigliato "Zhiguli" con una calotta cromata

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Giochi di prestigio, nastro adesivo e un po’ di magia sono gli ingredienti per abbellire l’aspetto dell’antilope.

Un po’ di tempistica: se la progettazione del progetto è iniziata alla fine di aprile, a giugno-luglio Yartsev è stata impegnata nella "modellazione artistica", portando le forme delle parti di plastilina allo stato richiesto.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

E già a metà dell’estate del 1996 era pronta la prima versione di Nola. Grazie a un intervento minimo nella struttura della carrozzeria, l’auto ha mantenuto il suo aspetto riconoscibile, ma allo stesso tempo è diventata più attraente. Quindi, la griglia del radiatore ha ricevuto una plastica complessa ed espressiva (non può essere paragonata a una "tavola" piatta della versione di fabbrica!), Lo stesso tema era supportato da una parte inferiore del paraurti anteriore accuratamente progettata e modanature orizzontali attorno al perimetro. La carrozzeria avrebbe dovuto rendere visivamente l’auto più bassa e liscia, dividendo il pesante fianco in due parti. Naturalmente, sul cofano del bagagliaio è apparso uno spoiler pulito, senza il quale non poteva fare una singola creazione di Yartsev basata su un VAZ a trazione anteriore.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga
Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga
Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Già a settembre, gli specialisti Pichler hanno iniziato a "cuocere" i paraurti, la griglia e lo spoiler originali; cioè, l’intero progetto ha richiesto diversi mesi grazie all’entusiasmo di Yartsev e ai suoi "collegamenti" di lunga data nei circoli necessari per la produzione.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Ludwig Midl, sebbene sia stato il fondatore e proprietario di Miedl Design, ha eseguito la messa a punto del kit carrozzeria per Nola con le proprie mani!

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il termoformatore Ernest Pichler era il fratello del proprietario dell’azienda!

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Griglie del radiatore e cerchi in lega: il "cavallo" preferito di Vladimir Yartsev

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Edmund Pichler e Vladimir Yartsev al futuro Nola. A quel tempo, l’ex designer VAZ ha collaborato con Pichler per quasi 10 anni.

Da dove viene il cognome Nola? Secondo Vladimir Anatolyevich, "H", "O" e "L" non sono altro che le prime lettere dei nomi femminili Natalya, Oksana e Lyudmila (come i creatori del progetto chiamavano le altre metà). Bene, l’ultima "A" è stata aggiunta in modo che l’abbreviazione fosse armoniosa.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Da sinistra a destra: Lyudmila, Natalya e Oksana, dalle prime lettere dei cui nomi deriva il nome del progetto

Secondo i rapporti, i tedeschi hanno prodotto 1100 kit per il corpo NOLA per la VAZ, un centinaio dei quali non sono andati a Togliatti, ma in Bulgaria. La maggior parte delle auto "sintonizzate" sono state realizzate sulla base di una berlina, c’erano molte meno station wagon (tuttavia, questo non sorprende, data la differenza nei volumi di produzione!), E solo alcune copie di berline con il prefisso NOLA .

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Restyling n. 2 – NOLA-2, alias VAZ-2110M

Anche dopo l’uscita della piccola Nola, l’idea di modernizzare il VAZ-2110 a Togliatti era ancora nell’aria, come si suol dire. E ho avuto l’opportunità di implementarlo internamente per un motivo inaspettato: poiché tutta la documentazione per i "dieci" è stata eseguita manualmente, senza progettazione al computer, quindi per qualsiasi restyling più o meno serio è stato necessario analizzare tutti i disegni e i dettagli, e poi raggiungere la sua somiglianza con i modelli matematici. C’era un’altra opzione: rifare sia i sigilli che l’attrezzatura di saldatura in base al modello del tappetino, quindi controllare tutto durante l’assemblaggio del corpo. Dopotutto, questo grande lavoro non aveva senso senza modernizzare l’aspetto dell’auto, che alla fine degli anni Novanta, se non obsoleta, non dava più l’impressione di un nuovo sviluppo.

Non c’era un compito tecnico chiaramente definito. Inizialmente, i progettisti potevano cambiare solo il paraurti e la griglia del radiatore, cioè fare qualcosa come ha fatto Yartsev sulla Zero. Poco dopo, all’elenco delle nuove parti sono stati aggiunti un cofano e dei fari, che hanno notevolmente liberato le mani dei team di progettazione. Esatto, per i gruppi, perché la serie Priore è stata preceduta da ben sei (!) Diverse opzioni per migliorare l’aspetto. La prima versione apparteneva a V. Stepanov, la seconda a S. Taranov, la terza a E. Lobanov, la quarta, che ricevette l’ottica Niva VAZ-2123, fu realizzata da V. Semuskin. Successivamente, furono persino realizzati diversi prototipi di una macchina del genere.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

La variante di V. Semushkin ha ricevuto un’ottica diversa, che ha cambiato l ‘"espressione facciale" dell’auto in un’espressione sconcertata e sorpresa

Ma ce n’era un quinto! È stato Sergei Nikolaevich Perevezentsev a ordinare la consegna di un nuovo "dieci" di ciliegie da Togliatti a Vladimir Yartsev all’inizio di agosto. Quindi, letteralmente nel giro di poche settimane, come si suol dire, in un colpo solo Vladimir ha creato una nuova versione dell’aspetto del VAZ-2110, che ha ricevuto il simbolo NOLA-2.

QUESTO È STATO UNO DEI PROGETTI PIÙ VELOCI CHE DEVO REALIZZARE: IL 3 AGOSTO 2000 HO RICEVUTO DA TOGLIATTI UNA TENA DI CILIEGIA E IL 25 AGOSTO LA STRUTTURA IN PIATTO ERA COMPLETAMENTE PRONTA. A MIO PARERE ERA NORMALE E COMPLETAMENTE SUCCESSO, MA MI RICORDO DI PIÙ DEGLI EVENTI AVVENUTI PARALLELAMENTE: QUESTO SI CHIAMA L’AMBIENTE CREATIVO CHE SPESSO I NOSTRI SVILUPPATORI RUSSI SONO PERSI. Vladimir Yartsev per Kolesa.ru, 7.03.2022

Ricordiamo che gli accessori in plastica ABS per Lada Nola sono stati prodotti in Germania da Pichler. Tuttavia, il funzionamento di auto con un kit carrozzeria in molte condizioni ha mostrato che paraurti e davanzali si sono rivelati troppo fragili alle basse temperature e, allo stesso tempo, non potevano essere praticamente ripristinati dopo i danni, poiché sono stati distrutti. È così che è apparsa di recente l’idea di creare una nuova versione del Nol e la successiva produzione di elementi del kit carrozzeria da elementi resistenti agli urti.

Vladimir Anatolyevich iniziò a creare prototipi lo stesso giorno in cui ricevette l’auto. Come ricorda lo stesso Yartsev: “Dopo aver indossato i paraurti Nolovsky, insieme a mio figlio maggiore Roman, ho iniziato a fare la modella. Intendevo dire “ha iniziato a lavorare”, ma il piacere di sapere che vuoi migliorare la tua creazione non ti permette di usare questa parola.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Il solito "centotreesimo" nelle abili mani di Vladimir era il VAZ-2110M

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nel processo: è chiaro che "emka" avrebbe dovuto avere un cofano "ficcanaso", un nuovo angolo di articolazione dell’ala con un indicatore di direzione, oltre a passaruota sporgenti

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

La quantità di arancione indica quanto più estese erano le modifiche nella parte anteriore rispetto a quella posteriore.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Per valutare l’aspetto del modello di plastilina, Vladimir Anatolyevich ha utilizzato stampe di cerchi a grandezza naturale, coprendoli con stampigliature standard!​

All’inizio di settembre 2000 Ludwig Midl, che in precedenza aveva lavorato per Pichler, è arrivato in Belgio dalla Baviera e nel 1994 ha fondato la propria azienda, affittando una stanza vicino a … un pollaio. Fu lui che andò a lavorare "per vecchia memoria", e solo allora Vladimir andò con Ludwig in Baviera e lo aiutò a rimuovere gli stampi per realizzare un prototipo.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga
Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga
Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga
Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Ulteriori lavori sono stati eseguiti dai partner appaltatori senza l’intervento attivo di Yartsev, che era in vacanza in Spagna. Quando è tornato, semplicemente non ha riconosciuto la sua prole, quindi "Nola il secondo", secondo lo stesso Yartsev, è stato trasformato in meglio.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Come altri elementi del kit carrozzeria, i parafanghi anteriori non erano affatto realizzati in metallo.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belgaEmka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nola-2, meglio conosciuto come VAZ-2110M. Successivamente, il design della griglia è stato semplificato posizionando l’emblema al centro. Presta attenzione all’elegante spoiler che non era nella versione di produzione

Come l’ultima volta, i fari sono rimasti intatti, ma il cofano, pur mantenendo un collegamento orizzontale con i parafanghi anteriori, è diventato diverso. Puoi tracciare un’analogia con la Samara dalle ali lunghe, ma il coperchio del cofano non solo ha ricevuto un "naso allungato", ma ha anche iniziato a raggiungere il paraurti anteriore, "proteggendo" la griglia del radiatore integrata nel cofano. Una decisione del genere, tuttavia, non è nuova e, ad esempio, era tipica delle auto Mercedes, BMW o Audi degli anni ’90 …

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

SIA IL PRIMO NOLA CHE IL VAZ-2110M SONO STATI SVILUPPATI IN UNO STUDIO BELGA; QUESTO SI APPLICA SIA AL PROGETTO CHE ALLA DOCUMENTAZIONE TECNICA. I COMPONENTI SONO PRODOTTI IN EUROPA E FORNITI IN TOGLIATTI AD AVTOVAZ OPZ. GUARDANDO I PROTOTIPI, I DIPENDENTI AUDI SONO STATI SEMPLICEMENTE STUPITI DA COME È STATA TRASFORMATA L’AUTO, DA QUANTO INTERESSANTE E PRESENTATIVO HA INIZIATO A ESSERE GRAZIE AD ALCUNI RECORD, COME PARAURTI E MODANATURA NUOVI. TUTTAVIA, LA CASSA ERA ANCHE NELLO SPAZIO MINIMO E UGUALE TRA LE PARTI, ED ANCHE NELLA COLORAZIONE DI SUCCESSO, NELLA STESSA SERIE VAZ-2110 HA PRODOTTO TALE IMPRESSION, COME SE CARLY FOSSE RESTAURATO DOPO UN RTA da Vladimir Yartsev per Kolesa.ru, 02.03.ru, 02.03.

Già il 30 settembre una delegazione di “clienti-destinatari”, come giustamente li chiamava Vladimir, è volata in Germania. Questi erano S. Perevezentsev, V. Kozenkov, L. Aganin e S. Ziborov. Il nuovo progetto è stato accettato senza commenti e successivamente è stato lui a essere prodotto all’OPP, e non i quattro precedenti, creati dagli attuali designer VAZ.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Middle e il suo team alla vigilia di mostrare l’auto ai rappresentanti dei clienti

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

I rappresentanti della pianta erano soddisfatti dell’aspetto "di marca". Apparentemente, questo è il motivo per cui la versione di Yartsev è entrata nella serie

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

I rappresentanti della pianta erano soddisfatti dell’aspetto "di marca". Apparentemente, questo è il motivo per cui la versione di Yartsev è entrata nella serie

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

I rappresentanti della pianta erano soddisfatti dell’aspetto "di marca". Apparentemente, questo è il motivo per cui la versione di Yartsev è entrata nella serie

Così, sono trascorsi solo 11 mesi dall’idea alla presentazione di questa vettura all’attuale salone dell’auto – un periodo senza precedenti per i nostri standard – e un anno dopo la prima, è iniziata la produzione su piccola scala di una dozzina di modernizzati all’OPP.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nella foto: le prime copie seriali del VAZ-2110M

A proposito, alla presentazione di un’auto di serie a Togliatti, avvenuta il 6 luglio 2002, Vladimir Yartsev ha ricevuto inaspettatamente un invito da Sergei Perevezentsev, che a quel tempo era arrivato nella sua terra natale, la città di Zhigulevsk. Per lo stesso Vladimir Anatolyevich, una sorta di "ciliegina sulla torta" in questo viaggio è stato l’incontro con il suo migliore amico e coautore della decima famiglia, Alexander Patrushev.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nella foto: Vladimir Yartsev, capo progettista di VAZ Evgeny Lobanov e Valery Kozenkov, capo progettista di elementi riscaldanti

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nella foto: Evgeny Lobanov, Vladimir Yartsev e Sergey Perevezentsev – direttore dell’OPP VAZ

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nella foto: Petr Mikhailovich Prusov, Vladimir Yartsev, Evgeny Zharavin e Konstantin Bezlepkin (compagni di classe di Yartsev al TPI).

E ora proviamo a puntare la i nella designazione dell’auto. Il nome Nola-2 non ha preso piede e non è apparso particolarmente sul mercato attuale. Invece, l’auto fu timidamente chiamata prima VAZ-2110M (modernizzata), poi VAZ-2110T, dove la lettera "T" significava "sintonizzazione". L’indice ufficiale del modello era un abracadabra digitale, stampigliato anche sulla targhetta sotto il cofano: VAZ-21103-10/03.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Emka" ha ricevuto un nuovo indice di fabbrica, ma, come i soliti "dieci", è rimasto senza nome

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Emka" ha ricevuto un nuovo indice di fabbrica, ma, come i soliti "dieci", è rimasto senza nome

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Emka" ha ricevuto un nuovo indice di fabbrica, ma, come i soliti "dieci", è rimasto senza nome

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Emka" ha ricevuto un nuovo indice di fabbrica, ma, come i soliti "dieci", è rimasto senza nome

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

"Emka" ha ricevuto un nuovo indice di fabbrica, ma, come i soliti "dieci", è rimasto senza nome

Dalle solite "decine" questa "emka" differiva esteriormente in un nuovo cofano, parafanghi anteriori con passaruota in rilievo al posto dei precedenti piatti, paraurti, davanzali, lenti allungate degli indicatori di direzione anteriori, modanature laterali e spoiler posteriore. Sono state apportate modifiche anche agli interni, come un nuovo rivestimento del cruscotto e tappezzeria delle portiere originale, nonché tappezzeria dei sedili.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Anche gli interni sono stati leggermente ridisegnati e il cruscotto è stato dotato di una parte superiore più snella (non ancora mostrata)

Era previsto che l’OPP fornisse il cofano e i parafanghi all’SKP, dove sarebbe stata prodotta una carrozzeria "nera", che sarebbe stata quindi verniciata e parzialmente assemblata sul trasportatore principale, dopodiché sarebbe stata consegnata da autotrasportatori all’OPP sito per ulteriore montaggio e montaggio.

Nell’autunno del 2001, l’impianto ha stimato lo standard "centoterzo" (cioè il VAZ-2110 con un motore a 16 valvole) a 160.000 unità convenzionali e viene chiesto l’"emka" raccolto dall’OPP a Togliatti per 173.000 unità convenzionali, quindi la differenza era di circa $ 440 secondo il cambio dell’epoca, tuttavia nelle concessionarie le auto costavano già rispettivamente 6.000 e 6.700 dollari, e in alcune concessionarie la differenza raggiungeva i mille dollari! Tuttavia, coloro che volevano acquistare la "messa a punto di fabbrica" ​​andarono, ad esempio, al concessionario di automobili Lada-Favorit di Mosca in quel momento, i primi quattro VAZ-2110M furono venduti in soli due giorni.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

VAZ-2110M è apparso sulla copertina di novembre della rivista "Behind the wheel", sulle cui pagine è stato sollevato più volte l’argomento "emki". Sorprendentemente, alla vigilia di "Priora" nel 2002, la versione di V. Semushkin è apparsa anche sulla copertina e sulle pagine del numero di settembre, che, a differenza di "Emka", non ha avuto il tempo di diventare seriale

E quanti "emok" è riuscito a produrre l’OPP? Purtroppo non esiste un numero esatto. Si sa solo che il piano per settembre 2001 era di 58 auto, nel 2002 avevano in programma di produrre (e lo fecero!) Circa 1000 emok e nel 2003 furono prodotte circa 200-250 auto modernizzate mensilmente. Molto probabilmente, su 1.872.600 berline, station wagon e hatchback di questa famiglia, prodotte in 12 anni, dal 2001 ne sono state prodotte almeno 5.000 e non più di 10.000 copie presso l’OPP.

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Nella foto: serie VAZ-2110M. Vladimir Yartsev ha sempre prestato molta attenzione alle ruote, ma nella merce "emki" nella migliore delle ipotesi c’erano "dozzine" di cerchi in lega"

Ufficialmente, il VAZ-2110T è stato prodotto come base dieci fino al 2007, quando questo modello è stato sostituito da Lada Priora, anch’esso prodotto di una profonda modernizzazione della decima famiglia. Tuttavia, questa è una storia completamente diversa, che raccontiamo anche noi.  

Emka, ma non BMW: come e perché il VAZ-2110 ha ricevuto due volte un restyling belga

Fonte di registrazione: wekauto.ru

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More